La Brexit e i viaggi d’affari nel Regno Unito

La pandemia non è l’unico evento mondiale che ostacola i viaggi dei cittadini nel Regno Unito. La Brexit è infatti un altro importante elemento di ostacolo.

La pandemia non è l’unico evento mondiale che ostacola i viaggi dei cittadini nel Regno Unito. L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea nel gennaio 2021 è infatti un altro importante elemento da tenere in considerazione. Nel report “Brexit: cosa significa per i viaggi d’affari”, il team di ricerca e innovazione di BCD Travel esamina sei aree che i travel manager e i viaggiatori devono considerare mentre si preparano per un ritorno ai viaggi d’affari. Ecco alcuni suggerimenti per ogni categoria.

Clicca qui per scaricare il report

Visti e passaporti

Per viaggiare in alcuni Paesi, i passaporti del Regno Unito devono soddisfare i requisiti di età e validità (la scadenza deve essere di almeno sei mesi oltre la data del viaggio). Questa sezione affronta anche le modifiche relative alle policy di identificazione nazionale e una guida per i travel manager che hanno bisogno di tenere traccia del tempo che i loro viaggiatori trascorrono nel Regno Unito o in Europa sia per motivi di lavoro che di piacere.

Attraversare i confini

I funzionari dell’immigrazione possono ora richiedere alle persone che viaggiano in entrambe le direzioni di fornire la prova che è stato prenotato un viaggio di ritorno o di proseguimento. Questa sezione descrive i rispettivi ritardi che i passeggeri della UE e del Regno Unito potrebbero dover affrontare in aeroporto.

Viaggi d’affari

Un utile elenco delinea le 11 condizioni in base alle quali i cittadini del Regno Unito, della UE, del SEE o della Svizzera possono effettuare brevi viaggi d’affari senza visto. Questa sezione definisce le attività commerciali generali che gli europei possono intraprendere durante i viaggi nel Regno Unito e aiuta i travel manager a capire come poter effettuare una eventuale richiesta di assistenza.

Tessere sanitarie

Le tessere europee di assicurazione sanitaria (TEAM) detenute da cittadini britannici rimangono valide fino alla data di scadenza. Poiché i cittadini del Regno Unito possono sostituire gratuitamente la tessera TEAM scaduta con un GHIC (globale), possono mantenere l’accesso all’assistenza sanitaria di emergenza mentre si trovano nell’UE / SEE e in Svizzera, anche per condizioni preesistenti e croniche. Questa sezione del rapporto fornisce una spiegazione dettagliata sulle tessere sanitarie per i visitatori dell’Unione Europea che si recano nel Regno Unito.

Mobile roaming

La garanzia del roaming gratuito dei telefoni cellulari in tutta la UE, Islanda, Liechtenstein e Norvegia è terminata. I tuoi viaggiatori potrebbero aver bisogno di esplorare i piani dati locali per ridurre i costi.

Biosicurezza

Poiché il Regno Unito è ora considerato un “paese terzo” soggetto alle normative dell’Unione Europea sui prodotti alimentari, ai viaggiatori potrebbe essere vietato il possesso di determinati beni personali, ad esempio panini al formaggio o al prosciutto. Anche le carote, il mais, i fiori recisi, le patate e alcune verdure a foglia sono soggetti a restrizioni. I controlli di biosicurezza alle frontiere possono aggiungere tempo extra al viaggio e le multe possono essere applicate a chiunque infranga le regole.

Leggi il report completo per ulteriori indicazioni e chiedi al tuo Program Manager come BCD possa aiutarti a informare  i tuoi viaggiatori circa i cambiamenti delle normative che potrebbero influenzare la tua travel policy.

Rimani informato,
anche in viaggio.

Non vuoi mai perderti le novità?
In una sola newletter mensile riceverai le ultime notizie, le tendenze, gli approfondimenti sul mondo del business travel e non solo, direttamente nella tua casella email.