Come puoi aiutare i viaggiatori a contrastare il jet lag?

Volare dall’altra parte del mondo può influire sul benessere e sulla produttività dei viaggiatori d’affari, soprattutto se sono alle prime armi con i viaggi lunghi o se hanno appena ripreso a viaggiare dopo un lungo periodo. Anche se non esiste un modo semplice e univoco per sconfiggere il jet lag, ci sono alcuni accorgimenti che i team di viaggio possono adottare per agevolare i traveler nell’affrontare questo disagio.

Cos’è il jet lag e quali sono i disturbi che provoca?

Il jet lag è un disturbo temporaneo del sonno che si verifica quando l’orologio interno del corpo non è sincronizzato con un nuovo fuso orario. Il jet lag “confonde” il corpo umano e può provocare una serie di disagi fisici e mentali. Può manifestarsi come sonnolenza diurna, insonnia, costipazione, irritabilità, scarsa concentrazione e altro ancora. Il jet lag è peggiore per chi viaggia verso est perché “perde” tempo. Andando verso ovest si allunga la giornata, dando ai viaggiatori una maggiore opportunità di riposare e adattarsi.

5 modi per aiutare i viaggiatori d’affari a sconfiggere il jet lag

1. Orari di viaggio startegici

In un sondaggio condotto da BCD su 875 viaggiatori d’affari in tutto il mondo, il 36% degli intervistati ha dichiarato che la mancanza di sonno/il jet lag aumentano lo stress durante un viaggio d’affari; dopo il ritorno a casa, la stanchezza (37%) e il jet lag (22%) aumentano i livelli di stress.

Cercate di prenotare i voli di arrivo in modo che l’ora locale del luogo di destinazione sia vicina a quella in cui si sveglierebbero normalmente. Rispettare l’orario di sonno/veglia dà ai viaggiatori la possibilità di riposare a bordo. Lo svantaggio è che potrebbero dover partire da casa a un’ora strana del giorno. In alternativa, cercate voli che arrivino poco prima dell’ora di andare a dormire, soprattutto per il volo di ritorno. Se gli orari e la politica di viaggio lo consentono, offrite ai vostri viaggiatori l’opportunità di arrivare a destinazione con un giorno o poco più di anticipo.

2. Prenotate la migliore classe di servizio disponibile

Nello stesso sondaggio BCD sui traveler, la classe economica per i viaggi a lungo raggio ha aumentato i livelli di stress per il 40% degli intervistati. Anche se non è sempre possibile ottenere un upgrade, prenotare il posto migliore per i viaggiatori può contribuire a migliorare il loro benessere, riducendo potenzialmente la stanchezza all’arrivo.

3. Scali… se non potete evitarli, rendeteli più facili

Gli scali sono a volte inevitabili. Quando non è possibile evitarli, scegliete degli orari che diano ai viaggiatori il tempo necessario per sgranchirsi, rinfrescarsi e trovare il volo successivo senza fretta.

4. Fai del benessere del viaggiatore una priorità.

Aiutare i viaggiatori a combattere il jet lag può essere solo una componente di una pratica di benessere generale nel vostro travel program. Collaborate con gli stakeholder interni per esplorare i modi per aumentare attivamente il supporto al benessere attraverso la vostra travel policy. Ciò potrebbe significare imporre voli diretti, limitare la frequenza dei viaggi, limitare il numero di giorni in cui i viaggiatori sono lontani da casa, introdurre maggiori benefici per l’equilibrio vita-lavoro, come ferie extra, e aggiungere hotel orientati alla salute al vostro mix di fornitori.

5. Condividi una checklist con le buone abitudini per i viaggiatori

Check list per combattere il Jet lag

Iniziare ad adattarsi al nuovo fuso orario prima del viaggio – Alcuni giorni prima della partenza, spostare i pasti e l’ora di andare a letto di un’ora al giorno fino a farli coincidere con quelli della destinazione imminente può rendere più facile l’adattamento al cambiamento.

Idratarsi – La disidratazione è uno dei sintomi del jet lag e la secchezza delle cabine degli aerei non aiuta. Bere acqua e mangiare frutta durante il volo non fermerà il jet lag, ma aiuterà a fare in modo che la disidratazione non aggravi la stanchezza.

Moderare il consumo di alcol e caffè – I cambiamenti di altitudine possono accelerare l’effetto dell’alcol e peggiorare i sintomi del jet lag. Il caffè fornisce una scarica di caffeina che può tenere svegli i viaggiatori e ridurre il tempo totale di sonno.

Uscire all’aperto – Dopo l’arrivo, l’esposizione all’aria fresca e alla luce del sole aiuta il cervello ad adattarsi al nuovo fuso orario.

Muovete il corpo – Prima, durante e dopo il volo, uno sforzo leggero e lo stretching fanno circolare il sangue e alleviano i dolori e la rigidità causati dallo stare seduti in una posizione per lunghi periodi.

Mangiare bene – Consumare pasti ricchi di sostanze nutritive in porzioni adeguate aiuta a evitare indigestioni o altri disturbi di stomaco.

Rimani informato,
anche in viaggio.

Non vuoi mai perderti le novità?
In una sola newletter mensile riceverai le ultime notizie, le tendenze, gli approfondimenti sul mondo del business travel e non solo, direttamente nella tua casella email.