Air Quality Report, quali sono le città più inquinate del mondo

La tematica delle città più inquinate del mondo è molto rilevante nel business travel. BCD Travel ha pubblicato un report sui rischi della salute legati proprio all’inquinamento atmosferico. Scopri di più!

Move Città più inquinate del mondo BCD Travel Italia

La tematica delle città più inquinate del mondo è riemersa in seguito alla Giornata Mondiale della Salute 2019 che si è tenuta il 7 aprile scorso. Ma l’inquinamento atmosferico cittadino è un trend ancora più caldo in questi giorni di blocco del traffico e livelli di picco di concentrazione delle polveri sottili nell’aria. È notizia di pochi giorni fa quella del blocco di tutti i mezzi diesel da parte del comune di Roma a partire dal 14 gennaio 2020.

Per sensibilizzare i business traveler, BCD Travel ha pubblicato un nuovo report della Serie Inform sui rischi della salute legati all’inquinamento atmosferico. Il nuovo paper incentrato sulla qualità dell’aria, mette in guardia i travel manager sulle problematiche che incontrano i loro viaggiatori d’affari quando si recano in trasferta nelle città più inquinate del mondo.

Per approfondire, puoi consultare il Report di BCD Travel dedicato alla qualità dell’aria – Managing Business Travel Risk | Air Quality . In questo paper, BCD approfondisce la gestione di un travel program in relazione ai rischi dei viaggiatori e all’inquinamento atmosferico. Consultandolo, puoi capire se i tuoi traveler sono a rischio e ricevi alcuni consigli introduttivi su come comportarsi per ottemperare gli obblighi di duty of care.

Perché il nuovo Report Air Quality può esserti d'aiuto?

Sai che solo il 10% della popolazione mondiale che respira aria pulita? La possibilità che un tuo viaggiatore sia esposto all’inquinamento atmosferico è molto alta. Scopri se i tuoi business traveler sono a rischio inquinamento e cosa puoi fare per proteggerli.

Inquinamento atmosferico e città più inquinate del mondo

Concentrato in modo particolare nelle più grandi metropoli internazionali, l’inquinamento atmosferico è ormai un problema atavico di tutta la popolazione terrestre. Secondo il World Air Quality Report 2018 pubblicato da IQAir AirVisual, l’inquinamento atmosferico ha provocato circa 7 milioni di morti nel 2019.

Questo comporterà un costo per l’economia mondiale pari a quasi 225 miliardi di dollari. Il Report recentemente pubblicato da QAir AirVisual presenta i dati sulla qualità dell’aria basandosi sulla concentrazione di PM2.5 come misura rappresentativa dell’inquinamento atmosferico. Un documento che conferma il paper preparato dal team BCD Travel Research & Innovation: Managing Business Travel Risk | Air Quality

Cos’è il PM2.5 e perché è importante per la qualità dell’aria

PM (Particulate Matter) è il termine generico con il quale si definisce un mix di particelle solide e liquide (particolato) che si trovano nell’aria. Il PM può avere origine sia da fenomeni naturali (erosione del suolo, incendi, ecc.) sia, principalmente, da attività antropiche (processi di combustione e traffico veicolare in primis).

Gli studi epidemiologici hanno mostrato una correlazione tra le concentrazioni di polveri in aria e la manifestazione di malattie croniche alle vie respiratorie, in particolare asma, bronchiti, enfisemi.

Le particelle di dimensioni inferiori costituiscono un pericolo maggiore per la salute umana, in quanto possono penetrare in profondità nell’apparato respiratorio. È per questo motivo che viene attuato il monitoraggio ambientale di PM10 e PM2.5 che rappresentano, rispettivamente, le frazioni di particolato aerodisperso aventi diametro aerodinamico inferiore a 10 µm e a 2.5 µm.

Il PM2.5 si riferisce alle particelle aerotrasportate nell’ambiente che misurano dimensioni fino a 2,5 micron (µg). Il PM2.5 è considerato il metro di misura di riferimento sull’impatto sulla salute della popolazione mondiale.

Grazie alle sue ridotte dimensioni, questa particella è in grado di penetrare in profondità nel sistema respiratorio umano. Da qui si espande in tutto il corpo, causando effetti devastanti alla salute, sia a breve che a lungo termine.

Smog, polveri sottili e rifiuti tossici sono fattori a cui ognuno di noi è esposto quotidianamente. Ci sono paesi dove è impossibile pensare di vivere in un ambiente sano e pulito. Questo perché gli indici di inquinamento sono tali da essere considerati tossici.

In questa nota la pagina Facebook ARIA di Milano spiega in modo semplice che cosa si intende per Air Quality Index e perché è un indice da tenere costantemente sotto osservazione per la nostra salute. L’Air Quality Index (AQI) è utilizzato dalle agenzie governative per comunicare al pubblico quanto è inquinata l’aria. L’AQI può aumentare a causa di un aumento delle emissioni atmosferiche o da una mancanza di diluizione degli inquinanti atmosferici. A mano a mano che l’AQI aumenta, è probabile che una percentuale sempre maggiore della popolazione abbia effetti avversi sulla salute.

La classifica aggiornata delle città più inquinate del mondo

I principali stati che presentano il più alto tasso di inquinamento si trovano in Asia (espressa in PM2.5).

10. Jakarta, Indonesia – 45.3 µg/m³
9. Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti – 48.8 µg/m³
8. Pechino, Cina – 50.9 µg/m³
7. Kathmandu, Nepal 54.4 µg/m³
6. Kuwait City. Kuwait 56 µg/m³
5. Ulan Bator, Mongolia – 58.5 µg/m³
4. Manama, Bahrein – 59.8 µg/m³
3. Kahbul, Afganistan – 61.1 µg/m³
2. Dacca, Bangladesh – 97.1 µg/m³
1. Nuova Delhi, India – 113.5 µg/m³

Nella classifica delle 10 città più inquinate del mondo l’India batte la Cina per qualità dell’aria respirata. Va infatti all’ India il triste primato di Paese più inquinato al mondo: l’aria è irrespirabile in tutta l’India visto che delle 50 città mondiali dove è allarme rosso per l’esposizione ai livelli massimi di polveri sottili particolato PM2.5 si rilevano proprio in questo Paese.

Move citta piu inquinate del mondo India New Delhi BCD Travel Italia

In questa classifica sono menzionate solo 10 tra le città più inquinate al mondo ma purtroppo ce ne sono moltissime altre che sono altrettanto inquinate.

Le città più inquinate del mondo, la posizione dell’Italia

Per fortuna in Italia il problema dell’inquinamento atmosferico non ha ancora raggiunto livelli eccessivi. Tuttavia, il nostro Bel Paese rientra nella classifica dei paesi più inquinati al mondo. Nello specifico, in Italia i principali responsabili dell’inquinamento dell’aria delle città risultano essere gli impianti di riscaldamento. Nel 2018 in ben 55 capoluoghi di provincia sono stati superati i limiti giornalieri previsti dalla legge italiana per le polveri sottili o per l’ozono.

Move citta-piu-inquinate-del-mondo-Italia-Torino BCD Travel Italia

Traffico, riscaldamento domestico, agricoltura, industrie. Sono queste le principali fonti di inquinamento delle nostre città che possono essere nocive per la nostra salute. Parliamo di caldaie, stufe e caminetti che troviamo in quasi tutte le nostre metropoli e cittadine. Attive solo da metà ottobre a metà aprile, sono responsabili di più del 60% della produzione di polveri sottili.

Considerando però il Managing Business Travel Risk | Air Quality report, si evince che, fortunatamente, non figurano città italiane tra le prime 60 città più inquinate al mondo. Inoltre, l’Italia occupa il 46esimo posto nella classifica dei 73 stati più inquinati al mondo. D’altro canto, prendendo in considerazione la sola Europa, i dati ci segnalano una situazione non troppo positiva per il nostro paese.

Tra i 32 paesi del Vecchio Continente analizzati, l’ Italia occupa il 14esimo posto con una concentrazione di PM2.5 di 14.9. Ai tre primi posti, con una concentrazione di PM2.5 che si aggirano attorno tra il 30 e il 40, troviamo la Bosnia Erzegovina, la Macedonia e il Kosovo. Quali sono i rimedi più discussi? Si va dal blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti, fino agli incentivi per il ricambio del parco auto e dei sistemi di riscaldamento degli edifici, passando per la lotta al riscaldamento a biomasse.

Le città più inquinate d’Italia

Scopriamo insieme quali sono le 10 città italiane più inquinate secondo la classifica 2019 di Legambiente. In questo caso, Legambiente ha stilato la classifica prendendo in considerazione le particelle PM10, polveri sottili con un diametro più grosso rispetto a PM2,5:

10. Cremona, Lombardia
9. Bergamo, Lombardia
8. Padova, Veneto
7. Torino, Piemonte
6. Milano, Lombardia
5. Alessandria, Piemonte
4. Venezia, Veneto
3. Monza, Lombardia
2. Lodi, Lombardia
1. Brescia, Lombardia

I 10 paesi più inquinati del mondo

Dopo aver visionato quali sono le città più inquinate del mondo, diamo uno sguardo ai 10 paesi più inquinati al mondo. A livello nazionale, il Bangladesh risulta il Paese con la più bassa qualità dell’aria, seguito da Pakistan e India. Stati Uniti, Canada, i Paesi scandinavi, Estonia, Irlanda, Islanda, Portogallo, Australia e Nuova Zelanda, al contrario, sono risultate le nazioni con i più bassi livelli d’inquinamento.

10. Nigeria 44.8 – µg/m³
9. Emirati Arabi Uniti 44.9 – µg/m³
8. Nepal 54 – µg/m³
7. Kuwait 56 – µg/m³
6. Mongolia 58.5 – µg/m³
5. Bahrain 59.8 – µg/m³
4. Afghanistan 61.8 – µg/m³
3. India 72.5 – µg/m³
2. Pakistan 74.3 – µg/m³
1. Bangladesh 97.1 – µg/m³

 

Rimani informato,
anche in viaggio.

Non vuoi mai perderti le novità?
In una sola newletter mensile riceverai le ultime notizie, le tendenze, gli approfondimenti sul mondo del business travel e non solo, direttamente nella tua casella email.