Centro di eccellenza per le scienze della vita

BCD Travel ha lanciato il suo Life Sciences Center of Excellence (LSCOE) quest’anno con un obiettivo molto chiaro: fornire nuova energia, strategia e soluzioni alle organizzazioni del mondo delle scienze della vita.

BCD Travel ha lanciato il suo Life Sciences Center of Excellence (LSCOE) quest’anno con un obiettivo molto chiaro: fornire nuova energia, strategia e soluzioni alle organizzazioni del mondo delle scienze della vita. Sotto la guida della Senior Vice President Kessie Bratko e della Vice President Jessica Azoulay, l’LSCOE attinge alle grandi capacità di BCD Travel per soddisfare le esigenze end-to-end dei clienti, dalla progettazione del programma alla tecnologia, dall’esperienza del viaggiatore alla consulenza. Siccome l’LSCOE ha da poco compiuto i suoi primi 100 giorni di vita, le due leader Bratko e Azoulay ci vogliono spiegare perchè era proprio questo il momento giusto in cui BCD Travel potesse sfruttare le proprie best practices nel mondo del travel, meetings e consulting per soddisfare i complessi e unici requisiti del settore delle scienze della vita.

Per chi è nuovo sul nostro blog, cos’è esattamente il Centro di eccellenza per le scienze della vita di BCD Travel?

Kessie Bratko: Il Centro di eccellenza per le scienze della vita è l’ufficializzazione del lavoro che svolgiamo già da molti anni e sfrutta il successo che BCD Meetings & Events ha avuto nel proprio LSCOE. Collaboriamo con società del settore delle scienze della vita da più di 20 anni. Serviamo oggi oltre 100 organizzazioni in questo settore per viaggi, riunioni e necessità di consulenza, incluso il 90% delle prime 20 aziende farmaceutiche in tutto il mondo. Poiché i nostri clienti hanno requisiti specifici e complessi, sapevamo che era importante sfruttare quell’esperienza condivisa in un team di risorse che fornisse ai nostri clienti la coesione della strategia, delle best practices e della consulenza.

In che modo la tua leadership di mercato e la tua profonda esperienza in questo settore giocano un ruolo nella creazione del nuovo Centro di eccellenza per le scienze della vita?

KB: Grazie al nostro ampio portfolio di clienti appartenenti a questo settore, sapevamo che i clienti avevano bisogno di soluzioni che andassero oltre la semplice gestione dei loro viaggi d’affari. Sebbene ci siano sfumature specifiche per ciascuna organizzazione, c’è così tanto in comune in termini di normative, tipologia di viaggiatori (in particolare operatori sanitari e pazienti), compliance, reporting e tecnologia. La formalizzazione dell’LSCOE è stata importante per noi in quanto non solo costituisce una comunità interna di pratica e condivisione delle conoscenze, ma ci consente anche di sfruttare queste preziose intuizioni per gestire i programmi di viaggio dei nostri clienti.

Perché è questo il momento giusto per strutturare in modo puntuale i servizi di viaggio e la logistica dei pazienti di BCD?

Jessica Azoulay: Beh, certamente tutti oggi hanno molta più familiarità con gli studi clinici e lo sviluppo di farmaci poiché tutti seguiamo lo sviluppo e la distribuzione del vaccino COVID-19, ma in realtà abbiamo iniziato a guardare da vicino i viaggi dei pazienti alcuni anni fa quando un cliente ci ha invitato a partecipare ad un ampio studio RFP. Quello di cui ci siamo resi conto è che ci sono molte opportunità per gestire i viaggi dei pazienti supportandoli in modo puntuale e coerente beneficiando anche del valore fondamentale di un corporate travel program ben gestito. Ecco perché siamo così concentrati nella ricerca di soluzioni che riducano gli “oneri” associati al viaggio dei pazienti, siano essi emotivi, finanziari o legati a esigenze speciali, fornendo anche maggiore trasparenza e una solida gestione del duty of care.

Cosa c’è all’orizzonte per il team del Centro di eccellenza delle scienze della vita?

JA: Sono molto entusiasta del nostro approccio al viaggio e alla logistica in questo settore. Spesso diciamo che stiamo cambiando il paradigma, ed è vero. È gratificante la sensazione di sapere che stai facendo la differenza per qualcuno. Ce la mettiamo tutta per  mantenere il paziente al centro dell’attenzione e per fornire un supporto puntuale durante tutta la durata di un viaggio di un paziente. Abbiamo trascorso molto tempo ad ascoltare le esigenze dei nostri clienti e ad assicurarci di essere in grado di poterle soddisfare, riducendo al contempo parte dell’ansia legata al viaggio. Dai pazienti agli operatori sanitari, ci concentriamo sulla fornitura di un unico punto di contatto che sovrintende a tutte le loro esigenze, una figura molto simile al ruolo di case manager. Dato il potenziale onere finanziario associato al viaggio, stiamo migliorando le nostre soluzioni di rimborso per garantire che i pazienti siano rimborsati rapidamente per eventuali spese vive che non possiamo pagare anticipatamente.

KB : Osservando la situazione da una prospettiva più ampia, posso affermare che vi sono significative opportunità per sviluppare nuove tecnologie per risolvere sfide comuni. Siamo impegnati in diversi workshop tecnologici con i nostri clienti e lavoriamo a stretto contatto con il team di Yannis per sviluppare soluzioni nuove o perfezionate. Dalla creazione di nuove API che collegano piattaforme autonome, al miglioramento delle dashboard e degli strumenti di profilazione degli ospiti, siamo molto entusiasti dei modi in cui possiamo continuare ad automatizzare i processi.

In che modo il Centro di eccellenza per le scienze della vita di BCD risponde alle esigenze di business travel dei lavoratori in prima linea in questo periodo di COVID-19?

JA: All’inizio della pandemia, mentre le tradizionali richieste aziendali rallentavano drasticamente a causa di restrizioni e incertezze, diversi clienti cercavano soluzioni rapide per supportare il proprio personale di assistenza in prima linea. Siamo stati orgogliosi di collaborare con i nostri clienti modificando e adeguando in tempi rapidi i loro programmi di viaggio, consentendo in questo modo ai viaggiatori di decidere se tornare a casa o se ospitare i propri cari in un hotel vicino a loro. Siamo stati in grado di ridurre al minimo gli oneri finanziari o amministrativi associati alla prenotazione di camere per soggiorni prolungati, consentendo a coloro che fornivano assistenza in prima linea di continuare il loro importante lavoro salvavita.

Quali sfide di viaggio si deve aspettare il settore delle scienze della vita? Come si sta preparando BCD Travel per affrontarle?

JA: I clienti del settore delle Life Sciences sono come molti altri in questo momento, cercano di determinare come e quando tornare a viaggiare in sicurezza. Da questo punto di vista, BCD Travel offre consulenza e approfondimenti, incluso un lavoro davvero incredibile svolto dal team di ricerca e innovazione e aggiornamenti in tempo reale relativi ai test e ai requisiti sanitari sul nostro COVID-19 Information Hub. Sebbene l’ultimo anno sia stato incredibilmente impegnativo, ci ha anche permesso di concentrarci davvero su soluzioni di valore e di porre il benessere e la sostenibilità dei viaggiatori in prima linea. Per i nostri clienti delle scienze della vita, in particolare, la centralità del paziente continuerà a essere un motore primario per la fornitura di servizi e l’innovazione. È un momento incredibilmente eccitante per le scienze della vita e siamo orgogliosi ed entusiasti di farne parte.

Rimani informato,
anche in viaggio.

Non vuoi mai perderti le novità?
In una sola newletter mensile riceverai le ultime notizie, le tendenze, gli approfondimenti sul mondo del business travel e non solo, direttamente nella tua casella email.