Sondaggio: un viaggiatore d’affari su sei è vittima di frodi con carta di credito

Secondo un sondaggio su Pagamenti e Spese che abbiamo condotto tra i viaggiatori questa primavera, il 17% dei viaggiatori d’affari è stato vittima di una frode con carta di credito durante un viaggio di lavoro. Le frodi non possono essere sempre evitate, ma le soluzioni di pagamento virtuali possono aiutare a ridurle.

Frodi subite dai viaggiatori d’affari

La maggior parte dei casi segnalati è stata attribuita ad addebiti fraudolenti da parte dei venditori (ad esempio, l’aggiunta di extra su una carta di credito) o a frodi “card-not-present” (ad esempio, quando le informazioni della carta di credito vengono rubate e utilizzate per pagare i prodotti online). I viaggiatori hanno anche riferito di aver subito frodi con carte di credito rubate o smarrite e attacchi di phishing.

Le frodi con le carte di credito avvengono nonostante le misure di sicurezza adottate dai viaggiatori d’affari. Più della metà utilizza solo carte aziendali durante i viaggi, non memorizza mai i PIN con le carte e segnala immediatamente le attività sospette alla banca. Ma, solo il 15% usa contanti in negozi poco affidabili, l’11% ha una carta dedicata per gli acquisti online e il 10% paga tramite un portafoglio mobile che richiede l’autenticazione biometrica.

I risultati completi del sondaggio sono riportati di seguito.

Le carte virtuali possono aiutare a combattere le prenotazioni alberghiere fraudolente

Sebbene nessun metodo di pagamento sia immune al 100% dagli attacchi, l’automazione dei pagamenti virtuali può proteggere gli utenti dai criminali che vogliono derubarli. Gli hotel costituiscono un eccellente caso di studio. Gli hotel sono un bersaglio ideale per i truffatori perché si occupano di transazioni ad alto volume. Gli hotel conservano i dati della carta per tutta la durata del viaggio. Il personale dell’hotel potrebbe non avere una formazione adeguata in materia di sicurezza a causa dell’elevato turnover.

Viaggi di lavoro e pagamenti

Generando automaticamente un nuovo numero di carta virtuale per ogni transazione, il rischio di frode si riduce notevolmente. Le carte virtuali proteggono l’identità e possono essere impostate con limiti di credito, controlli sulle categorie commerciali e restrizioni sull’intervallo di date. Quando è il momento di riconciliare, tutti gli addebiti sul conto della carta virtuale vengono automaticamente abbinati alle prenotazioni, facendo risparmiare tempo e risorse a travel manager e viaggiatori. Inoltre, l’arricchimento dei dati permette di segnalare facilmente gli addebiti che potrebbero richiedere ulteriori indagini.

Per sapere come i pagamenti virtuali possono aiutare a ridurre il rischio di frode per il vostro programma, contattataci.

Novità e ricerche

Andare oltre le dichiarazioni di neutralità climatica.

De Nora: verso un programma di viaggi integrato per esigenze locali e globali

Bleisure: nuove opportunità, nuove sfide

L’Oriente incontra l’occidente: guida per viaggiatori d’affari a Singapore

L’Instant Query per l’analisi dei programmi di viaggio in un click

Irish Football Association celebra la partnership con BCD Sport

Stay in the know,
even on the go

Never want to miss a thing?

We'll get you the latest news, trends, insights and BCD news right in your inbox.