Oslo

Goditi i magnifici scorci offerti dalla capitale norvegese e le numerose attività che si possono svolgere durante tutto l’anno.

La centenaria capitale della Norvegia è una destinazione esuberante, con panorami e scorci naturali degni di una foto su Instagram. Edificata sulla costa meridionale del Fiordo di Oslo, il suo popolare canale lungo 100 chilometri, Oslo è la città più popolosa della Norvegia – ed anche la più cara; per tutta la durata dell’anno, i visitatori si immergono nelle attività all’aperto, nella cucina di prim’ordine, nelle ricche esperienze culturali e nella vivace vita notturna.

Dopo aver sofferto di un rallentamento lungo tre anni, la più importante produttrice di carburante e gas dell’Europa occidentale sta mostrando i segni di una timida ripresa economica. La diminuzione dell’inflazione e l’aumento dei prezzi del carburante stanno aiutando a riattivare la fiacca economia norvegese dipendente dal petrolio. Il settore del business travel si è contratto di pari passo con il settore petrolifero, ma la debole Corona (la moneta norvegese) comporta un valore maggiore per il denaro dei visitatori.

Da e per l’aeroporto

L’aeroporto di Oslo è il principale hub e aeroporto internazionale del Paese; si trova a 35 chilometri a nord-est della città, nella località di Gardermoen; Oslo è servita anche dall’aeroporto di Torp, ad un’ora e mezza a sud dalla città. I visitatori possono utilizzare i servizi ferroviari, i taxi oppure gli autobus per muoversi da e verso l’aeroporto; i viaggi in treno dal centro della città all’aeroporto durano circa 20 minuti, mentre i taxi, che offrono una tariffa fissa, sono presenti in tutti i terminal dell’aeroporto di Oslo e possono essere trovati proprio di fronte alla hall degli arrivi. Ci sono alcuni addetti ai desk informativi in aeroporto per ottenere assistenza riguardo ai taxi.

Muoversi per Oslo

Il servizio ferroviario fa parte del sistema di trasporto pubblico della città, Ruter, come anche gli autobus regionali, i tram, la metropolitana, i treni locali e i traghetti. I costi dei biglietti variano in base alla frequenza e al numero di zone attraversate; un biglietto valido per una sola corsa per una zona costa 33 Corone per gli adulti e 17 Corone per i bambini e gli anziani (€1 = 9,09470929 Corone). L’Oslo Pass offre un accesso illimitato ad autobus, tram, metropolitana, traghetti e treni locali all’interno della Zona 1 (Oslo) e Zona 2. Automobili e biciclette possono essere noleggiate in loco.

Dove alloggiare

Per sistemazioni di lusso ad una distanza ragionevole dalle principali attrazioni della città, prova il Radisson Blu Plaza Hotel Oslo (Sonja Henies plass 3, 0185 Oslo; Tel: 47-22-058000) oppure il Clarion Collection Hotel Savoy (Universitetsgata 11, 0164 Oslo; Tel: 47-23-354200).

Per sistemazioni meno esclusive, prova il Park Inn Oslo (Ovre Slottsgate 2C, 0157 Oslo; Tel: 47-22-400100) oppure lo Scandic ByPorten Oslo (jernbanetorget 6, 0154 Oslo; Tel: 47-23-155500).

Da vedere e da fare

L’Oslo Pass è la soluzione migliore per effettuare le numerose attività della città e per muoversi liberamente con un costo più accessibile. Puoi utilizzarlo per accedere gratuitamente a più di 30 musei, per utilizzare il trasporto pubblico locale, per accedere alle piscine, per effettuare tour a piedi e molto altro.

I visitatori più energici possono scegliere tra le numerose piste da sci e da slitta di Oslo durante l’inverno. La discesa di Holmenkollen ha una grandiosa storia che si rifà a più di 100 anni fa; a 20 minuti di metropolitana dal centro della città, la discesa è sede di festival, competizioni ed eventi tutto l’anno. È anche la porta d’accesso alla famosa foresta del Nordmarka, che offre più di 2,600 chilometri di piste da sci: fai trekking lungo il tracciato, relativamente corto, tra Sognsvann – Ullevålseter – Sognsvann, che offre una vista panoramica incredibile, e fermati a pranzare presso il ristorante Ullevålseter, famoso per i suoi vigorosi stufati, pane croccante e prosciutto. Per gli sciatori più ambiziosi, il percorso da Frognerseteren a Sognsvann è uno spettacolo, attraverso il lago Bjørnsjøen.
Le temperature meno rigide si trovano da marzo ad agosto, ma il meteo di Oslo è imprevedibile, perciò è importante ricordarsi di portare in valigia indumenti pesanti anche in estate.

Trascorri una giornata a scoprire la storia dell’epico popolo nordico dei Vichinghi, grazie alle mostre del Museum of Cultural History, che ospita l’Historical Museum, all’interno del quale è esposto l’unico elmo vichingo intatto mai ritrovato, e il Viking Ship Museum, con tre navi perfettamente conservate risalenti all’800 A.C. L’Historical Museum è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 17:00 dal 15 maggio al 14 settembre e dalle 11:00 alle 16:00 dal 15 settembre al 14 maggio. Il Viking Ship Museum è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00 dal 1 maggio al 30 settembre e dalle 10:00 alle 16:00 dall’1 ottobre al 30 aprile. Entrambi i musei sono chiusi durante diverse festività.

Il Munch Museum è dedicato alla vita e alle opere di Edward Munch, il più famoso artista norvegese; sono disponibili tour guidati e il museo è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 16:00 e, l’ultimo giovedì di ogni mese, dalle 10:00 alle 21:00. L’entrata costa 100 Corone (€10.97) per gli adulti e 60 Corone (€6.58) per gli anziani; i ragazzi al di sotto dei 18 anni e i bambini hanno l’accesso gratuito.

Il Nobel Peace Prize Museum di Oslo ospita mostre temporanee e permanenti che illustrano la storia del Premio Nobel, le sue persone insigne e il loro lavoro. È aperto dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00; il biglietto per un adulto costa 100 Corone, per un anziano 65 Corone e i bambini al di sotto dei 16 anni è gratis.

Il Norwegian Museum of Magic espone il lavoro e la storia dei maghi norvegesi; è aperto tutte le domeniche dalle 13:00 alle 16:00: se si arriva entro le 14:00 è possibile assistere allo spettacolo giornaliero di magia.

Infine, la città propone un’eclettica pianificazione di festival musicali, tra i quali l’Oslo World Music Festival e l’Ultima Oslo Contemporary Music Festival.

Dove mangiare

Cenare al Maaemo significa pianificare di trascorrere la serata ad assaggiare pietanze tipiche di cibi crudi. La tariffa salata di questo ristorante a tre stelle Michelin cambia regolarmente; una delle recenti proposte include: cuore di renna, succo di abete e pane fritto di segale. Dovrai necessariamente prenotare (Schweigaards gate 15B, 0191 Oslo; Tel: 47-22-179969).
Scopri il motivo per il quale il sushi è il cibo non-ufficiale della Norvegia all’Hanami, probabilmente il migliore ristorante di cucina fusion giapponese della città. Il ristorante incoraggia gli ospiti a condividere suggerimenti e consigliare coloro che mangiano lì per la prima volta, ad esempio per assaggiare la carne cotta con il metodo robatayaki, ossia sopra una griglia aperta ad alte temperature. Lo trovi a Kanalen 1, 0252 Oslo; Tel: 47-22-831090.
Barlumi di candela, pareti in legno e piatti della tradizione riportano alla Norvegia del passato all’Engebret Café. Gli ospiti cenano in un basso edificio che risale al 1700; in primavera e in estate è possibile sedersi all’aperto mentre ci si gode la renna, il merluzzo e le altre pietanze locali. Assolutamente da provare, a Bankplassen 1, 0151 Oslo; Tel: 47-22-822525.

Rimani informato,
anche in viaggio.

Non vuoi mai perderti le novità?
In una sola newletter mensile riceverai le ultime notizie, le tendenze, gli approfondimenti sul mondo del business travel e non solo, direttamente nella tua casella email.