Il cuore dei Balcani | Albania, Macedonia e Kosovo

Piccoli paesi con un ricco patrimonio storico, culturale e paesaggistico che, finalmente, dopo anni di instabilità politica, rifanno la loro comparsa e si propongono come destinazioni “nuove” e ancora decisamente poco intaccate dal turismo di massa che affligge numerose zone del Vecchio Continente.

Una proposta Kel 12 che, in linea con la sua naturale propensione alla scoperta, desidera far conoscere ai propri viaggiatori un’area poco conosciuta e affascinante dell’Europa.

Un trittico insolito che abbina due stati fuoriusciti dall’ex Yugoslavia, Kosovo e Macedonia con l’Albania. Piccoli paesi con un ricco patrimonio storico, culturale e paesaggistico che, finalmente, dopo anni di instabilità politica, rifanno la loro comparsa e si propongono come destinazioni “nuove” e ancora decisamente poco intaccate dal turismo di massa che affligge numerose zone del Vecchio Continente.

I tre paesi evocano nella recente memoria eventi bellici, che dopo la caduta del Comunismo, imposto dalla fine dalla fine Seconda Guerra Mondiale, hanno portato alla ribalta antichi e sopiti conflitti etnici, sfociati in Macedonia e soprattutto in Kosovo. Il Kosovo in particolare è stato oggetto della disputa tra la Serbia, che faticava a dimenticare il suo ruolo egemone all’interno del vecchio contesto yugoslavo e la Nato, schierata con la minoranza albanese, vittima delle angherie serbe.

L’Albania, anch’essa soggetta al regime comunista, uno dei più rigidi e di stampo stalinista che isolarono il piccolo paese adriatico-balcanico dalla scena internazionale, rendendola la Cenerentola d’Europa.

Ora che i fantasmi del passato sono scomparsi, tutta l’area è una zona sicura che si apre al viaggiatore curioso e desideroso di scoprire la purezza di queste terre, un vero ponte culturale, attraversato nei secoli passati da numerosi popoli, che hanno lasciato numerose impronte del loro cammino. Le tracce più significative sono proprie della cultura bizantina e della fede ortodossa, specialmente in Kosovo e Macedonia, dove si manifesta in ricchi e spettacolari monasteri, che celano all’interno delle proprie mura preziose iconostasi dorate, mosaici e affreschi perlopiù risalenti al tardo Medioevo. Culmine del viaggio le chiese di Ohrid in Macedonia dove la preziosità delle architetture si coniuga con la spettacolare scenografia del lago omonimo, sulle cui sponde dal X secolo iniziò la fioritura artistica.

All’Albania, Paese particolarmente legato alla storia italiana, dedichiamo più attenzione per via della sua varietà non solo storica, ma anche paesaggistica. Racchiude infatti nel suo piccolo territorio, oltre a bei scenari montani anche idillici tratti della costa adriatica dalle acque cristalline che conferisce al Paese un carattere spiccatamente mediterraneo, grazie anche alla vegetazione su cui si impone l’ulivo. Pianta cara ai greci e ai romani che qui s’insediarono e di cui scopriamo le vestigia ad Apollonia e Butrinto (da quest’ultima si gode, nelle giornate limpide, una spettacolare visita dell’isola ellenica di Corfù).

Non si può lasciare queste terre senza assaporare anche il passato ottomano che da Costantinopoli impose il suo volere per diversi secoli. A Berat ed Argirocastro l’architettura ha un gusto turco che richiama l’Anatolia più che l’altro impero, quello asburgico, che tentò di affermare il suo comando in quest’area.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 – Giorno: 1 – Partenza da Milano per Tirana, la capitale albanese

Tappa: 2 – Giorno: 2 – Centri urbani albanesi di epoche diverse: Berat, la città fondata nel IV secolo a.c. e la classica Apollonia

Tappa: 3 – Giorno: 3 – Partenza per la costa adriatica per la visita del sito greco di Butrinto

Tappa: 4 – Giorno: 4 – La sorgente d’acqua Occhio Azzurro e Argirocastro con la sua fortezza

Tappa: 5 – Giorno: 5 – Ohrid, la perla dei Balcani affacciata sull’omonimo lago

Tappa: 6 – Giorno: 6 – L’archeologia classica dei Balcani, Heraklea e Stobi

Tappa: 7 – Giorno: 7 – Visita della capitale macedone e di Tetovo, la capitale della minoranza albanese in Macedonia

Tappa: 8 – Giorno: 8 – Ingresso in Kosovo e visita dei suoi due monasteri più celebri, Gracanica e Pec

Tappa: 9 – Giorno: 9 – Lasciamo il Kosovo per l’Albania con sosta al Monastero di Decani

Tappa: 10 – Giorno: 10 – Durazzo, la fortezza di Kruja e partenza per il rientro in Italia

Durata del viaggio

10 giorni e 9 notti

Date di partenza

09/09/2017 – 07/10/2017

Prezzo del viaggio

A partire da €2150

La quota comprende:

  • Trasporto aereo con voli di linea Alitalia da Milano o Roma in classe turistica
  • Trasferimento da/per l’aeroporto di Tirana
  • Trasporti interni con minibus/bus a seconda del numero di partecipanti
  • Sistemazione in camera doppia in alberghi 4/5* (classificazione locale)
  • Trattamento di pensione completa, incluso ½ l. di acqua a persona per ogni pasto (dalla prima colazione del 2° giorno fino al pranzo dell’ultimo giorno)
  • Visite ed escursioni come da programma, ingressi, diritto di fotografare a Heraklea, tasse e percentuali di servizio
  • Guide locali parlanti italiano
  • Esperto Kel 12 al raggiungimento del minimo di partecipanti previsto

Scopri di più su Kel 12 Circle!

Rimani informato,
anche in viaggio.

Non vuoi mai perderti le novità?
In una sola newletter mensile riceverai le ultime notizie, le tendenze, gli approfondimenti sul mondo del business travel e non solo, direttamente nella tua casella email.