Bilanci sportivi pre-vacanze: Mice cream variegato

Viola si fa reporter per raccontare l’esperienza dei colleghi del team Sport: una nota innestata nella quotidianità del suo Mice, che rende variegato il gusto del lavoro di ogni giorno.

Oggi è stato il giorno dell’ultimo grande meeting interno prima del via ufficiale al periodo di ferie: i nostri tre team – il mio, Mice, e quelli dei colleghi che si occupano di manifestazioni fieristiche e di sport – si sono riuniti per fare un breve bilancio delle attività gestite da inizio anno fino ad oggi e fare follow up sui progetti in corso che si chiuderanno nell’ultima parte dell’anno.

Mentre tiro le fila di quanto abbiamo parlato, mi gusto una coppetta di gelato variegato. La vena di amarena, tra l’altro, mi ricorda anche vagamente il colore che ha campeggiato per la fetta più significativa di riunione sugli schermi dei nostri portatili: il rosa carico del Giro d’Italia mi è rimasto proprio impresso. Come anche il wrap-up sul progetto BCD Meetings & Events 2017 per questa manifestazione iconica del nostro panorama sportivo.

Da spettatrice poco esperta del Giro, non mi ero mai soffermata a pensare a che cosa comporti gestire la logistica di un evento del genere. Dallo scorso anno, con la prima esperienza del team Sport, anche noi non direttamente coinvolti nella gestione del progetto abbiamo imparato ad apprezzare, stimare – e in alcuni casi anche invidiare – la tenacia pazzesca e la dedizione che i colleghi hanno mostrato passo passo.

La selezione e la negoziazione con le strutture comincia in autunno, prima dell’annuncio ufficiale delle tappe per la primavera successiva: ogni hotel deve rispondere a dei criteri precisi e la contrattazione delle tariffe dedicate è spesso serrata. Non solo: trattandosi di una gara che tocca tante cime e angoli diversi della penisola, in molti casi bisogna fare i conti con un’offerta limitata. Nonostante questo, soddisfare le esigenze di atleti, staff tecnico, sponsor, giornalisti e partecipanti afferenti all’indotto del Giro è parte dell’obiettivo che ogni anno dobbiamo raggiungere.

Quest’anno i colleghi hanno gestito oltre 20.000 camere. In più, ci sono stati i voli charter dalla Sardegna – sfondo della Grande Partenza – e i traghetti dalla Sicilia, per movimentare la carovana e gestire la logistica travel che gravita intorno alla manifestazione.

La sfida più grande, oltre alla fase pre-evento, sta anche nella stessa ventina di giorni di gara: anche i colleghi del supporto on-site vivono un vero e proprio tour de force, fatto di assistenza 24 ore su 24 a tutti i diversi target group che compongono gli utenti di questo gigante tra le competizioni italiane.

Abbiamo portato a casa anche quest’anno (e, sì, l’orgoglio di essere parte di questa squadra non può che farmi usare il “noi”) un grande risultato, grazie al know-how acquisito, alla solidissima expertise in fatto di negoziazione (di cui abbiamo già parlato nelle scorse settimane) e alla capacità di gestire carichi e target diversi – anche specifici del mondo dello Sport.

Che bello andare in vacanza con questa ventata di energia e soddisfazione! #proudtobeBCD